Programma 2013


             

  

In arrivo il programma della 5° Edizione del Floridia Film Fest

Piazza Melbourne – Floridia (sr)

19 – 20- 21 Settembre 2014

********************************************

Programma 2013 

DAL 23 AL 25 OTTOBRE 2013

A PARTIRE DALLE ore 20:00

Ingresso gratuito

Direttore Artistico Renato Scatà

—————————————————————————————————————————————

I vincitori della Quarta Edizione delle Giornate di Cinema Italiano:

Premio Speciale della Giuria a: 

“Chi vuoi che sia” di Davide Vigore (2013)

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=X8yhJq87zNw

Motivazioni:

” Per aver affrontato un tema delicato e contemporaneo in chiave documentaristica e attraverso un linguaggio cinematografico ricercato. Il tutto incorniciato da una calda fotografia che un’intima atmosfera. Una riflessione sull’am0re e sull’identità, sui generi e sull’urgenza di ridefinirsi, sulla libertà.  Una riflessione, dunque, che esprime il bisogno di liberarsi dalle etichette e soprattutto sul come imparare ad abitare il proprio corpo e il proprio sè.”   (Simona Russo, Giuria Giornate di Cinema Italiano)

——————————————————————

” Tra Pirandello e Almodovar pare ci sia un abisso eppure Massimo o Massima o Carla così come affettuosamente viene “definita” dalla gente di Palermo  dimostra esserne  il principale anello di congiunzione nella sua non proprio velata e orgogliosa  espressione “io sono colei che mi si crede” e nell’ostentazione dimessa di un certo travestitismo almodovariano  decisamente eccentrico nei colori  usato forse come barriera al grigiore metropolitano o per rispondere all’idea che tutto è finzione ,tutto è interpretazione o forse perché i costumi non solo servono a vestire il corpo ma conferiscono  a quest’ultimo qualcosa di amorfo ,di astratto e universale. Quest’ opera, racconta una storia particolare senza veli o moralismi si dichiara come il trionfo  della realtà, della verità ,della poesia, dell’amore ,della dignità umana dentro due non più personaggi di certo non in  cerca d’autore ma due persone che  forti della consapevolezza di se stessi si distinguono in quanto a purezza interiore e autenticità del resto “una è più autentica quanto più assomiglia all’idea che ha di se stessa”.  (Lucia Di Luciano, Giuria Giornate di Cinema Italiano)

——————————————————————

—————————

Vincitore del Primo Premio della Quarta Edizione delle Giornate di Cinema Italiano:

“Preti” di Astutillo Smeriglia

Trailer:  http://www.youtube.com/watch?v=qrcfnvVvx4s

Motivazione:

” Per l’originalità del mezzo espressivo, la profondità dei dialoghi e la capacità di trasposizione filmica di temi filosofici.”

(Giuseppe Artino Innaria, Giuria Giornate di Cinema Italiano)

——————————————————————————–

Le foto dell’evento ( a cura di Ramona De Orlando)

(Una pausa del festival con venditrice di pop corn anni settanta)

(Intervista al musicista Giuseppe Severini, protagonista del docufilm “Suoni Doc”)

(Intervista al regista Ivano Fachin, autore di Vodka Tonic e Gelati e Granite)

(Un momento dell’omaggio a Turi Ferro, in compagnia del critico Sebastiano Gesù e dell’attrice Francesca Ferro)

( L’assessore alla cultura, Alessio Lo Giudice, presenta alcuni progetti relativi a Siracusa )

(Shortini Film Festival di Augusta)

(La giuria al lavoro)

————————————————————————————————————

PROGRAMMA 23 OTTOBRE 

- Presentazione dell’evento e saluto delle autorità

- Omaggio al carosello:  la commedia italiana in televisione

EXTRACINEMA

Mostra di manifesti, foto di scena e locandine originali sul cinema di Turi Ferro.  A cura del critico e storico del cinema, Sebastiano Gesù.

*********

- Retrospettiva italiana: Giuliano Gemma – Un eroe dei nostri tempi

——————————————————-

CORTI IN CONCORSO:

-  ”Gelati e Granite”  di Ivano Fachin (2013)

-  ”Io…Donna”  di Pino Quartullo con Margherita Buy (2013)

-  “L’esecuzione” di Enrico Iannaccone, vincitore del David di Donatello 2013

-  ”Luminaris” di Juan Pablo Zaramella (2013)

      

—————————————————————————————————————————–

Evento Speciale: Retrospettiva Italiana  - “Francesco Nuti e vengo da lontano” di Mario Canale –  prodotto da Cecchi Gori Group –  Ita 2010

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=gEE22xqUoCs

Francesco Nuti e il suo essere uomo nella vita quotidiana e nel cinema. Il distinguersi e il fondersi dei due mondi e la depressione che finisce con il travolgere uno degli attori/registi più apprezzati del nostro cinema. Tutto questo viene raccontato in un prezioso documentario che esalta i pregi ma non nasconde i lati oscuri della personalità del protagonista. Mario Canale conosce bene Nuti e, grazie a numerose testimonianze, ne ripercorre la carriera sin dagli esordi. Ne emerge un ritratto sfaccettato che, con il contributo di dichiarazioni di Francesco, mostra la complessità del suo vivere il cinema come realtà che lo assorbe completamente finendo con il sovrapporsi anche con la vita privata, in particolare da quando il suo nome diventa fondamentale (come attore prima e come attore/regista poi). Ne fa da sensore il rapporto con le attrici, che finiscono quasi tutte con il divenire le sue compagne trasferendo le vicende del set nella vita, con candida ammissione dello stesso Nuti e di molti suoi collaboratori. Il suo è un cinema di comicità, di reazione e di poesia. Forse per questo il suo sogno (così come lo racconta Giovanni Veronesi) era quello di girare un film con Benigni (comico invece ‘di azione’) in una realtà post bellica un po’ surreale. Surreale come il mondo in cui Francesco/Willy/Caruso viveva e faceva vivere i suoi personaggi.
Regista attento e preciso e quindi in grado di smentire con i fatti i suoi detrattori (che lo avevano lodato come attore ma lo snobbavano nel nuovo ruolo) ma anche uomo molto sensibile alla critica e incapace di superare la frustrazione a causa di quella specie di malinconia profonda che accompagnava un sorriso ironico ma fondamentalmente triste. Il fratello Giovanni, gli amici e i collaboratori (se ne rilevi il numero e l’importanza nel cast qui sopra) lo raccontano al passato quasi non ci fosse più perché sembrano avvertire, non tanto nella malattia che lo ha colpito, ma nel suo perdersi dentro il film che considerava come più suo (OcchioPinocchio) l’inizio di una fine artistica di cui sentono la ferita non più rimarginabile. Solo Giovanni, sul finale, prende coscienza di tutto ciò e testimonia che il fratello è sulla via della ripresa. Resta comunque il documentario che è un contributo importante alla storia del cinema italiano e del quale si consiglia di vedere anche i titoli di coda per poter poi assistere a una performance di Francesco molto significativa.

—————————————————–

PROGRAMMA 24 OTTOBRE

Retrospettiva Italiana:

Il DOCUFILM/EVENTO DELLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2013 IN ESCLUSIVA PER LE GIORNATE DI CINEMA ITALIANO!

“Che strano Chiamarsi Federico” di Ettore Scola – prodotto da Istituto Luce, distribuzione BIM – ITA 2013

Ingresso euro 4    -   ore 20:00

Trailer ufficiale: http://www.youtube.com/watch?v=3xi8u9l3Lyw

Firmato da Ettore Scola, una tra le figure più incisive del cinema italiano, Che strano chiamarsi Federico – Scola racconta Fellini si compone di un linguaggio che intreccia scene scritte e ricostruite a Cinecittà con materiali di repertorio, scelti dagli archivi delle Teche.
Il film viene raccontato infatti in terza persona, il narratore è il bravo Vittorio Viviani e “si apre” con l’arrivo a Roma di Federico Fellini appena diciannovenne, interpretato da Tommaso Lazotti, dove ha inizio la sua collaborazione con il giornale satirico “Marc’Aurelio”, è il 1939. Lungo gli anni quaranta Fellini nel frattempo inizia a collaborare come sceneggiatore per diversi registi, e di lì a poco farà l’incontro con alcuni dei futuri compagni di viaggio, come Alberto Sordi e Marcello Mastroianni. Parallelamente anche il giovane Ettore Scola, di undici anni più giovane, siamo nel 1948, entra a far parte del “Marc’Aurelio”. Ben presto farà la conoscenza di Fellini e tra i due nascerà una profonda amicizia.
In occasione del ventennale della morte di Federico Fellini, Ettore Scola ci racconta il suo incontro con il creatore della Dolce vita, in una sorta di album di immagini e di memorie. Un ritratto che nelle intenzioni del suo autore vuole essere gioioso come lo era il regista riminese. Sul filo dei ricordi, Che strano chiamarsi Federico – Scola racconta Fellini regala un’originalissima e personale lettura di Fellini. Un film che rifugge i toni nostalgici, per privilegiare il tono ironico e lieve di un “grande Pinocchio” che non è mai divenuto un “bambino perbene”. Chiude il film, una sapiente carrellata di sequenze tratte dalle opere che hanno reso celebre nel mondo il grande Federico.

CORTI IN CONCORSO:

-  ”Suoni Doc” di Daniele Greco, Mauro Maugeri  (2013)

-   “Preti” di Astutillo Smeriglia (2013)

-   “Silenzio” di Pacifico Abatematteo

-   “Prima Comunione” di Chiara Sulis (2013)

-    ”Anna” di Giuseppe Marco Albano (2013)

———————————————————————————————————————————————–

PROGRAMMA 25 OTTOBRE

-  Omaggio al carosello Italiano

-  Speciale Teatro:  Fondazione Teatro Vittorio Emanuele di Noto presenta ” Stagione 2013/2014″  direzione artistica di Sebastiano Lo Monaco

—————————————————————————————————————————-

Evento Speciale: ” Noi non siamo come James Bond ” di Mario Balsamo (dur 73 min) prodotto da Hasenso e Mir cinematografica in collaborazione a RAI CINEMA.

Vincitore del premio della giuria al Festival di Torino 2012

Trailer ufficiale: http://www.youtube.com/watch?v=2liX_rzPMUQ

CORTI IN CONCORSO:

-   “Babylon Fast Food” di Alessandro Valori (2011)

-   “La sala” di Alessio Giannone (2012)

-   “Chi vuoi che sia” di Davide Vigore (2013) Centro Sperimentale di Cinematografia Palermo

-   “Senza fretta” di Ivan D’Antonio (2013)

———————————————————————————————————————————–

Restrospettiva Italiana – Omaggio a Turi Ferro – interverranno Francesca Ferro (figlia dell’attore) e Sebastiano Gesù (storico e critico del cinema)

*********************

————————————————————————————————————————-

Con il patrocinio di

Comune di Siracusa 

————————————————————————————————————————-

PARTNERS

—————————————————————————————————-

IL FESTIVAL SOSTIENE IL PROGETTO

—————————————————————————————————-

Le “Giornate di Cinema Italiano – Floridia Film Fest 4″ è un progetto ideato e sostenuto da

ASSOCIAZIONE CULTURALE “CINECLUB BERGMAN”